The Mainichi newspaper, il giornale che si pianta dopo la lettura!

The Mainichi newspaper: il primo giornale ecologico al mondo

Migliaia di quotidiani finiscono ogni giorno dentro i cestini della carta, ma il Giappone, paese noto per essere sempre all’avanguardia, ha trovato un metodo geniale per riutilizzare in ottica green le pagine del quotidiano. Ecco che dopo la matita che germoglia, nasce un altro fantastico esempio di riciclo creativo intelligente. E’ il caso di The Mainichi Newspaper, un quotidiano giapponese con tiratura media di 5 milioni di copie, che è diventato il primo giornale ecologico al mondo!

Come funziona The Mainichi Newspaper?

Le azioni da compiere sono davvero semplici: dopo aver comprato e letto il giornale, invece di gettarlo nella spazzatura, lo si pianta, lo si annaffia e dopo qualche giorno inizieranno a spuntare i germogli delle piantine, davvero affascinante!

La carta del giornale è interamente ricavata dal riciclo delle materie prime: la carta viene sciolta in acqua per tramutarsi in polpa e formare le nuove pagine del quotidiano, mentre l’inchiostro ha origine vegetale.
In cosa si differenzia The Mainichi newspaper rispetto agli altri quotidiani? Durante il trattamento della polpa della carta, vengono aggiunti dei semi di piante pressati e il tutto va a comporre il foglio del giornale.

Questo fantastico quotidiano giapponese che fiorisce, rappresenta una grande novità dal punto di vista estetico ed ecologico; non solo per arricchire le case e i giardini pubblici con un tocco di verde, ma anche per ridurre la quantità di carta da smaltire, con un notevole risparmio di denaro e tempo. Inoltre, grazie a questa svolta green, la casa editrice del quotidiano ha incrementato il numero dei lettori con un conseguente aumento economico del fatturato.

Una grande attenzione al riciclo e al rispetto dell’ambiente, un esempio da seguire!

Fonte

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità di Ispirando,
ogni settimana ti aspettano nuove idee originali!

Registrandoti alla newsletter accetti la Privacy Policy