Sacchetti profumati fai da te con la lavanda

Dal profumo inebriante e dal colore inconfondibile, la lavanda è una delle piante più amate e utilizzate nel campo della cosmesi e dell’erboristeria. Il periodo di fioritura della lavanda coincide con la stagione estiva, giugno e agosto in particolare saranno i mesi di maggiore rigoglio; l’occasione perfetta per utilizzarla per decorare casa o impiegarla in qualche progetto creativo. Con il tutorial di oggi, vi mostrerò come creare sacchetti profumati fai da te con ritagli di stoffa, un pretesto perfetto per riutilizzare scarti di tessuto da vecchi progetti e portare un po’ di freschezza nei nostri cassetti.

Sacchetti profumati fai da te

Occorrente

  • Lavanda essiccata
  • Riso
  • Tessuto traspirante
  • Forbici
  • Ciotolina
  • Ago e filo
  • Imbuto
  • Penna
  • Macchina da cucire

Procedimento

  1. In una ciotolina, preparare il contenuto del sacchetto profumato mescolando una parte di lavanda insieme a due parti di riso. Il riso contribuirà ad attenuare l’odore troppo intenso della lavanda e dare un po’ di consistenza al sacchetto. In alternativa al riso, si potranno impiegare anche dei fagioli crudi
  2. Per creare un sacchetto di lavanda, ritagliare due quadrati di tessuto largo 9cm x 9cm. Come tipologia di tessuto, andrà bene qualsiasi tipo di stoffa che sia traspirante, proprio per poter rilasciare l’odore di lavanda nell’ambiente. Perfetto il cotone, il lino e la canapa, off-limits invece le fibre sintetiche, come l’acrilico o il poliestere
  3. Sovrapporre i due quadrati di tessuto mantenendo la parte che esterna rivolta verso l’interno. Fermare i due tessuti con qualche spillo e cucire lungo i bordi con la macchina da cucire lasciando un foro per poter rivoltare il tessuto. In alternativa alla macchina da cucire, potreste provare a unire i bordi utilizzando la la colla a caldo, anche se il risultato non sarà altrettanto preciso
  4. Aiutandosi con una penna, rivoltare il sacchettino girando il tessuto tramite il foro lasciato aperto e, adoperando un imbuto, introdurre all’interno del sacchetto di stoffa la lavanda essiccata unita in precedenza al riso
  5. Con ago e filo chiudere il foro lasciato aperto del sacchetto per terminare il tutorial
  6. Et voilà! Il sacchetto lavanda è pronto, non vi resta che riporlo nel cassetto e aspettare che diffonda il suo caratteristico profumo

Consigli

  • Come essiccare la lavanda? Vi basterà tagliare un po’ di rametti di circa 20cm di lunghezza da una pianta in fiore, legarli tra loro con un nastrino o un elastico e appenderli per una o due settimane a testa in giù in un luogo a riparo dal sole. In questa maniera la lavanda essiccherà, mantenendo però il suo inconfondibile profumo e sarà facilissima da sbriciolare
  • Per arricchire ulteriormente i sacchetti di lavanda e personalizzarli per fare un regalo, potreste ricamare il tessuto prima di cucire il sacchetto. Io ad esempio ho ricamato un sacchettino con un fiore di lavanda… più a tema di così!

Se dopo aver riposto il sacchetto lavanda nel cassetto per un periodo prolungato, notate che l’odore della lavanda si sia affievolito, massaggiare e muovere un po’ con le dita il contenuto del sacchetto; in questo modo la lavanda rilascerà nuovamente il suo profumo. Una buona idea sarà introdurre i sacchetti nelle scatole dedicate al cambio stagione in modo da prevenire l’odore di chiuso e di umidità. Con questi nuovi profuma biancheria fai da te, i cassetti risulteranno decisamente più freschi e profumati… da provare!

Buona creazione!

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità di Ispirando,
ogni settimana ti aspettano nuove idee originali!

Registrandoti alla newsletter accetti la Privacy Policy