Il Kintsugi, l’arte giapponese che recupera gli oggetti rotti

Gli oggetti rotti acquistano un nuovo valore, grazie alla tecnica del Kintsugi

Il Kintsugi, o Kintsukuroi, è un’antica tecnica artistica giapponese che consiste nel riparare gli oggetti frantumati, in particolare vasellame, come ciotole e vasi, utilizzando l’oro, l’argento liquido oppure la lacca di polvere d’oro. Il prezioso metallo viene quindi utilizzato per saldare insieme i frammenti rotti dell’oggetto.

Questa particolare tecnica orientale, tende ad accentuare e valorizzare la rottura invece che nasconderla, onorando la storia vissuta dall’oggetto.
La casualità della frantumazione del materiale, che sia ceramica o terracotta, rende ogni oggetto riparato unico ed irripetibile, caratterizzato da linee preziose casuali.

Cosa significa Kintsugi?

Il significato del Kintsugi si basa sull’idea che da una ferita o da una cicatrice, possa nascere un perfezionamento estetico ed interiore.

E’ davvero semplice mettere in atto questa tecnica orientale a casa; per praticare il Kintsugi fai da te e riparare un oggetto frantumato vi serviranno solo pochi elementi. Il colore dorato potrà essere riprodotto adoperando la foglia d’oro oppure la vernice dorata; elementi facilmente reperibili in commercio a prezzi economici.
A chiunque è capitato almeno una volta di rompere un piatto, una ciotola piuttosto che un vaso. Non resta che provare a rimediare utilizzando la tecnica Kintsugi e ottenere un nuovo oggetto impreziosito da un intreccio di linee dorate uniche e particolari!

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità di Ispirando,
ogni settimana ti aspettano nuove idee originali!

Registrandoti alla newsletter accetti la Privacy Policy