Come scegliere il tavolo allungabile perfetto: la guida per non sbagliare - Ispirando

Ecco alcune idee e consigli per scegliere i tavoli allungabili e ricevere a casa gli ospiti

Amate organizzare cene e pranzi a casa? Ecco allora, cosa non deve assolutamente mancare: un tavolo allungabile per poter ospitare un buon numero di posti a sedere per tutti gli invitati. Ogni soggiorno che si rispetti merita dello spazio giusto da dedicare al tavolo, simbolo di convivialità, senso di appartenenza e famiglia. Io personalmente mi sono fatta guidare dalle proposte varie e sempre interessati di tavoli allungabili presenti sullo store di ABITARE arreda, brand di grande rilievo nell’ambito dell’arredamento, che punta da anni alla qualità e allo stile impeccabile.

Spazio a disposizione

Per scegliere il modello perfetto per casa vostra, vi toccherà considerare la posizione che occuperà all’interno della sala da pranzo o del salone e la possibilità di estensione: ogni invitato dovrebbe avere a disposizione un posto a sedere con uno spazio di almeno 60 cm, in modo da rendere comodo e agevole qualsiasi movimento.

Forma

La scelta della forma ha la sua rilevanza per stabilire lo spazio che sarà occupato, una volta che il piano sarà completamente disteso e le sedie posizionate.
Il tavolo allungabile più amato è quello di forma quadrata o rettangolare, perchè occupa meno spazio anche se di contro crea una gerarchia tra capotavola e commensali. I tavoli rotondi invece richiedono oggettivamente più spazio ma hanno il vantaggio di creare un senso immediato di convivialità tra gli ospiti.
Come in ogni ambito, in media res stat virtus: i tavoli ovali rappresentano la giusta via di mezzo, tra i rettangolari e i rotondi, poiché occupano quasi sempre il giusto spazio e mantengono vivo e omogeneo il clima tra i commensali.

Dimensioni

Il tavolo allungabile oltre ad essere funzionale, pratico, comodo e in linea con il vostro stile d’arredamento deve rispettare delle misure minime, al di sotto delle quali non è concesso andare. Pertanto è necessario che l’altezza standard dal pavimento al piano del tavolo sia compresa tra i 70 e 75 cm in modo che gli invitati possano agevolmente inserire le loro gambe. Poi considerando che il tavolo sarà apparecchiato con tovaglia, piatti e bicchieri, la larghezza minima che la superficie del tavolo deve avere è di 80 cm: un tavolo da pranzo più stretto risulterebbe poco pratico e scomodo!
Infine, la distanza tra le gambe di ciascun commensale deve essere di almeno 62 cm, per questo dovete fare un calcolo approssimativo degli invitati che vorrete quasi sempre invitare e fare così attenzione alla lunghezza del tavolo.

Materiali

La scelta del materiale è altrettanto importante poiché è strettamente legata non solo allo stile d’arredamento ma anche alla fase della vita che state vivendo. I tavoli di cristallo per esempio che donano un tocco di eleganza e regalità agli ambienti moderni, non sono però consigliabili per chi vive in casa con i bambini e necessitano di grande cura e attenzione poiché soggetti a graffi e rotture.
I tavoli in legno invece, richiedono minore manutenzione e possono essere integrati in qualsiasi tipo di ambiente dallo stile classico, moderno o shabby chic. I materiali quali acciaio, plexigas e plastica infine saranno di certo più economici, ma meno durevoli e alla lunga rischiano di stancare non solo voi ma anche gli invitati!

Adesso siete a conoscenza di tutto quello che c’è da sapere: vi tocca solo scegliere lasciandovi guidare dal vostro gusto personale!

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità di Ispirando,
ti aspettano nuove idee originali!