Come fare la pasta di sale; ricetta e consigli

La ricetta della pasta di sale; un evergreen tra le paste modellanti

La pasta di sale è un tipo di pasta modellabile atossica, molto adoperata sopratutto nella realizzazione di lavoretti creativi per i bambini. Facilmente reperibile a basso costo, la pasta di sale è anche riproducibile in casa con pochi e semplici passaggi. Per essere realizzata, richiede inoltre pochissimi materiali presenti tutti i giorni in qualunque cucina; un’attività da praticare anche con il supporto dei bambini che saranno entusiasti di collaborare! Ma vediamo come fare la pasta di sale in casa:

Ricetta pasta di sale: come fare la pasta di sale

Occorrente

  • 4 bicchieri di farina tipo 00
  • 2 bicchieri di sale fino; più il sale è fino più la pasta risulterà liscia
  • 2 bicchieri di acqua tiepida
  • Vernice lucida protettiva
  • Pellicola trasparente

Procedimento

  1. Unire l’acqua al sale e aggiungere gradualmente la farina, prestando attenzione che non si creino grumi. Mescolare insieme tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo che non si attacchi alle dita
  2. Se la pasta di sale non risulterà abbastanza omogenea, sarà necessario aggiungere 2 o 3 cucchiai d’acqua
  3. Avvolgere la pasta di sale nella pellicola trasparente e raffreddarla in frigorifero per circa 30 minuti
  4. Modellare la pasta di sale nella forma desiderata, tagliando e assemblando vari pezzi
  5. Una volta realizzata la forma desiderata è giunto il momento di cuocere la pasta modellante. Cuocere la pasta di sale nel forno ad una temperatura di 140 gradi, per 2/3 ore a seconda dello spessore ottenuto
  6. Per ottenere oggetti in pasta di sale caratterizzati da colori vivaci, è consigliabile dipingerli solo dopo la fase di cottura tramite l’utilizzo di una semplice pittura

Pasta di sale: come conservarla

La pasta di sale è tanto facile da realizzare, ma è altrettanto facile da seccare, in particolare durante il periodo estivo. Per garantire una durata più longeva della celebre pasta modellante, è  possibile conservare la pasta di sale avanzata avvolgendola in una pellicola trasparente e riponendola in un luogo buio e asciutto. Sarà ancora meglio se creerete delle palline con la pasta di sale da inserire in un sacchetto di plastica sigillabile o in un barattolo di vetro con chiusura ermetica. Questi semplici procedimenti garantiranno una durata più lunga della pasta di sale, in modo da utilizzarla all’occorrenza senza timore di doverla buttare.

Decorare la pasta di sale

Oltre a colorare la pasta di sale con la pittura o con il colorante alimentare (prima della cottura), è possibile caratterizzare i nostri lavoretti in pasta di sale aggiungendo bottoni, perline, nastrini, fili di lana…naturalmente tutti gli oggetti aggiuntivi dovranno essere applicati dopo la cottura della pasta.

Consigli

  • Prima di procedere con la cottura della pasta di sale, è consigliabile farla asciugare per circa 10 ore. Questa tecnica permetterà di ridurre la presenza di bolle d’aria e diminuirà i tempi di cottura

La lavorazione della pasta di sala è un’attività sempre immancabile in tutte le scuole materne; da sempre i bambini adorano creare lavoretti con la pasta di sale, per creare forme e personaggi simpatici in modo creativo esprimendo tutta la propria fantasia utilizzando esclusivamente materiali ecologici e naturali.  Se vi siete chiesti spesso come fare la pasta di sale, ecco la soluzione che fa per voi! Non resta che mettersi all’opera e iniziare a creare bellissimi lavoretti in pasta di sale esclusivi e originali, le idee non mancheranno, lasciatevi ispirare!

Buona creazione!

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità di Ispirando,
ogni settimana ti aspettano nuove idee originali!

Registrandoti alla newsletter accetti la Privacy Policy